Benvenuto,
TuscanEat promuove i sapori tipici toscani accompagnadoti in un viaggio alla scoperta della gastronomia regionale e le zone di produzione legate alle tipicità enogastronomiche della Toscana.

L’enogastronomia è, come da definizione, l’insieme dei prodotti, dalla coltivazione alla trasformazione, al consumo, strettamente legati al territorio di produzione, che rappresenta la storia e la cultura delle genti che lo abitano. La storia della cucina Toscana

Ogni paese, ogni area, presenta una varietà di gusti e sapori che si tramandano da generazioni.
Questo fa si che la Toscana rappresenti, nel panorama gastronomico, un punto di riferimento per quel “turismo del gusto” sempre alla ricerca di sapori genuini e semplici.
A tutela di queste specificità, le istituzioni assegnano “marchi di tutela” legando strettamente la produzione al territorio di origine.
Le eccellenze della cucina Toscana

Produttori toscani 162 inseriti
Prodotti tipici 72 inseriti

Le indicazioni geografiche e le denominazioni d’origine dei prodotti agroalimentari ed enologici certificano la qualità, i metodi di produzione e la provenienza specifica di un prodotto; i criteri di attribuzione sono univoci e omogenei in tutta Europa. In particolare, i marchi agroalimentari DOP e IGP sono regolamentati dalla Comunità Europea, mentre quello enologico DOC e il più ristretto DOCG rientrano in un sistema di certificazione italiano.
Bisogna poi citare i Prodotti Agroalimentari Tradizionali, privi (per il momento) di certificazione ma dalla qualità riconosciuta dalle Regioni e dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali.

dop-logoAree a denominazione di origine protetta DOP
Riconoscimento assegnato ai prodotti agricoli e alimentari la cui produzione, trasformazione ed elaborazione avvengono in un’area geografica determinata e le cui qualità o caratteristiche sono dovute essenzialmente o esclusivamente all’ambiente geografico, comprensivo dei suoi fattori naturali e umani.

igp-logoIndicazione geografica protetta IGP
Riconoscimento assegnato ai prodotti agricoli e alimentari la cui produzione, trasformazione ed elaborazione avvengono in un’area geografica determinata e le cui qualità, la reputazione o un’altra caratteristica possono essere attribuite all’origine geografica comprensiva dei suoi fattori naturali e umani.

patProdotti agroalimentari tradizionali
Regolamentati dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, che tutela la tradizionalità e l’omogeneità dei metodi di lavorazione, conservazione e stagionatura. Nessuno di questi prodotti è DOP o IGP, ma esiste una speciale sottocategoria per i prodotti per cui il riconoscimento europeo è in corso.

logo-docgAree a denominazione di origine controllata garantita DOCG
Restrizione del riconoscimento DOC che delimita in modo molto specifico l’origine geografica di un vino, spesso riferendosi al comune o alla frazione di produzione. Sono necessari un’analisi chimica e due esami organolettici prima della messa in commercio, oltre all’analisi sensoriale di un esperto.

logo-docAree a denominazione di origine controllata DOC
Riconoscimento assegnato esclusivamente a vini, che certifica la zona geografica limitata in cui avviene la produzione del prodotto, dalla coltivazione dell’uva all’imbottigliamento. Prima della commercializzazione, sono obbligatori un’analisi chimico-fisica e un esame organolettico.