Bottarga di Orbetello
TuscanEat - Cultura Enogastronomica Toscana

BLOG

10 Ottobre 2017

Bottarga di Orbetello

[vc_row][vc_column][vc_column_text]

Raffinata specialità tra le tante d’OrbetelIo, capitale toscana dell’itticoltura, grazie alle risorse della splendida laguna, nonché della conservazione con metodi naturali. La delicata bottarga di cefalo o muggine, dall’inconfondibile, penetrante fragranza, si presenta in compatti panetti bruni: le uova del pesce, prelevate fra agosto e ottobre ed essiccate entro la membrana che le avvolge. Si tratta dell’evoluzione artigianale d’una tradizionale manipolazione familiare: un tempo le ovaie, sistemate fra due tavolette sotto un peso, erano fatte asciugare un mese all’aria aperta. La squisita bottarga, oltre che sugli spaghetti, si può gustare a lamelle su crostini, con succo di limone, o semplicemente con olio e pepe: dai muggini della laguna si ricava anche il prelibato filetto di cefalo.

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *