Generic selectors
Exact matches only
Cerca nei titoli
Cerca nel contenuto
Filtra per categorie
Approfondimenti
Aziende Agricole
Birra artigianale
Biscotti e dolci
Blog
Cacciatori di cibo
Caffè
Cioccolato
Conserve alimentari
Consorzi
Cultura gastronomica Toscana
Esperienze enogastronomiche
Eventi
Formaggi
Funghi e Tartufo
Grappe e distillati
Marmellate
Miele
Olio
Pane
Pasta
Prodotti ittici
Prodotti tipici
Produttori
Salse e condimenti
Salumi e carni
Spezie e aromatiche
Vini tipici
Vino

Farina di Neccio della Garfagnana DOP

Tempo di lettura: < 1 minuto

La farina di neccio di Garfagnana è la denominazione di una farina ottenuta dalla macinatura di castagne secche prodotte in varie località della provincia di Lucca, nella regione Toscana.

In Garfagnana, “neccio” è un termine che designa proprio la castagna, e suoi derivati.

Oggi, destinata quasi esclusivamente alla produzione dolciaria, la farina di neccio ha rappresentato nel corso di molti secoli il principale alimento della populazione rurale della Garfagnana.

La farina è ottenuta dalle castagne delle varietà carpinese, pontecosi, mazzangaia, pelosora, rossola, verdola, nerona e capannaccia.
Suo colore varia dal bianco fino all’avorio scuro. Suo sapore è dolce con un leggero retrogusto amarognolo. Profumo di castagna.

In autunno le castagne vengono raccolte, essiccate per quaranta giorni in un metato dove il fuoco viene alimentato con legno di castagno. Dopo un’accurata selezione manuale le castagne secche vengono trasformate in farina mediante macine di pietra.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email
Potrebbe interessarti
Fagiolo rosso di Lucca

Il fagiolo rosso di Lucca veniva prodotto nelle aree più fertili della piana in terreni di medio impasto, tendente al sabbioso e, in particolare, a

Buristo o Burischio

Insaccato di suino cotto a forma di salame, affine a biroldo e mallegato.  Prodotto in tutta la Toscana particolarmente nelle provincie di Pisa, Livorno e Siena.

Panforte di Siena IGP

Il Panforte di Siena IGP è di forma rotonda se commercializzato intero, a spicchi se commercializzato al taglio La superficie è mossa e irregolare, il

Gli ultimi articoli

Fungo di Borgotaro IGP

Di un «… inodorato boleto» si parla in uno scritto di A.C. Cassio (1669-1760), canonico della Corte Pontificia nativo di Borgotaro, il quale affermava che

Cinta Senese DOP

La “Cinta Senese” è la denominazione di origine protetta riservata alle carni, a tutte le porzioni edibili, ottenuta da animali allevati in Toscana, conformemente al

Tour alla scoperta dei vini di Bolgheri

Bolgheri Discovery Wine Tour Home Questa visita guidata con degustazione si svolge nell’azienda vitivinicola più vicina al mare dell’intera denominazione Bolgheri Doc. Ad accogliervi, oltre

Trekking & wine sulla Costa Toscana

Bolgheri Discovery Wine Tour Home “Natura, Sport e Benessere” La Costa degli Etruschi è un tratto di costa caratterizzato da una natura rigogliosa e dalla